1 marzo 2010

Moelleux au citron vert - La meilleure des recettes "Registered Trademark" by R.F.







Ehm ehm, et enfin...ho deciso di pubblicare anche questa ricetta di un mio amico chef/pasticcere di cui non rivelo il nome, ma sappiate che ha definito questa come "La Meilleure des recettes" ovvero la migliore tra le ricette del "moelleux" al lime, difficile tradurlo in italiano ma altro non è che un tortino dal cuore morbido e con una sopresa da scoprire...
Un indizio...eheheheh, la foto dice tutto...


Ingredienti:
300 gr di uova intere (tener presente che ogni uovo pesa circa 60 gr), 300 gr di zucchero bianco, 240 gr di burro (quello salato della Normandia è perfetto, ricordate che il sale esalta ogni sapore!), 135 gr di nocciole tritate in polvere, 135 gr di farina, 6 limoni verdi/lime (sia la scorza grattugiata che il succo), una decina di lamponi.

Preparazione:
Unire le uova allo zucchero e con una frusta emulsionare molto energicamente per amalgamare "alla perfezione"...altrimenti il pasticcere chi lo sente!!!
Unire il burro "in pomata", ovvero morbido come una pomata (basta riscaldarlo una decina di secondi al microonde e voilà!).
Aggiungere la polvere di nocciole e la farina. Grattugiare la scorza verde dei lime facendo attenzione a non asportare anche la parte bianca, la quale darebbe un gusto amaro al vostro moelleux. Spremere i lime con uno spremiagrumi, aggiungere il succo al resto dell'impasto e amalgamare ma senza lavorarlo troppo per salvaguardare il risultato finale: la morbidezza del moelleux au citron vert!

Se usate i "pirottini" monoporzione in lattice, imburrateli ed infarinateli; in seguito aggiungete un cucchiaio di impasto, poi un paio di lamponi al centro, e poi un altro cucchiaio di impasto. Lasciate sempre un mezzo centimetro tra questo ed i bordi del pirottino...il moelleux crescerà nella cottura, tenetene conto! Mettete il tutto in frigo mentre il forno raggiunge i 190°/200° C.
Infornate per circa 9 minuti, ovvero quando vi accorgerete che l'impasto ha cominciato a gonfiarsi e tende a rompersi al centro; dovrà essere leggermente dorato in superficie.

Lasciate riposare qualche minuto fuori dal forno e preparate la presentazione di questo dessert:
su ogni piatto "nappate" (si potrà dire?!!) un cucchiaio di sciroppo di lamponi, sui cui porrete il moelleux; mettete un cucchiaino di polvere di nocciole e sopra una pallina di sorbetto alle fragole o frutti di bosco...gnam gnam, vi giuro è delizioso!

Voto alla ricetta? Vi lascio provare, scoprire e gustare...

Des bisous et merci à R.F.

Mari/Zizziri ;D

2 commenti:

Marionzetta ha detto...

Sembra davvero delizioso!!! Ma dove lavora il tuo amico chef misterioso? Cioè, dove posso assaggiare questo moelleux? :)

fantasie ha detto...

Io questo dolce lo faccio (naturalmente gluten free) ed è meraviglioso!!!

Condividilo con chi vuoi!