17 giugno 2011

E perché no, un bel "risottò"?!! Risotto ricotta&salmone affumicato con erba cipollina


Ehehhhhhhh, non mi aspettavate cosi presto eh?!!

La verita' e' che oggi e' il mio ultimo giorno di lavoro e sono proprio felice della nuova avventura che sta per cominciare ;D

Si da il caso che domenica scorsa la mia amica Pauline mi abbia chiesto di prepararle un buon "risottò" italiano...mumble mumble...
Quindi mercoledi sera e' stata ufficialmente invitata nel mio piccolo "studiò" per un "risotto party". Risultato: ECCEZIONALE VERAMENTE!

Ecco la ricetta:
Ingredienti per 2 persone:
brodo vegetale bollente (col famoso Dialbrodo della nonna ahaha), 150gr di riso arborio o carnaroli, 30 gr di ricotta vaccina, 25 gr di parmigiano reggiano grattugiato, 2,5 fette di salmone affumicato, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, mezza cipolla bianca,4 fili di erba cipollina, glassa di aceto balsamico (facoltativo), scorza di limone, pepe e olio evo.

Preparazione:
Nulla di + che un classico risotto ovvero, si comincia facendo imbiondire ("blanchir") la cipolla nell'olio in un tegame dal fondo spesso e con i bordi abbastanza alti.
Dopodiche' si aggiunge il riso e lo si fa "scricchiolare" a fiamma medio/alta facendogli assumere un colore traslucido. Poi si aggiunge il vino e si lascia evaporare l'alcool per un altro paio di minuti. Ed infine si aggiunge il brodo bollente a coprire, aggiungendone di tanto in tanto, rimestando continuamente fino a cottura ultimata, per circa 15 minuti.
Quando il riso e' cotto (ma non scotto!), si toglie il tegame dal fuoco e si aggiungono ricotta, parmigiano e 3/4 del salmone tagliato a striscioline. Si lascia mantecare un minuto circa e poi si serve il risotto bello caldo nei piatti "decorando" con il resto del salmone a striscioline, l'erba cipollina tagliata con le forbici e se volete un giro di pepe e/o un filo di glassa di aceto balsamico e qualche strisciolina di scorza di limone.   

Les jeux sont faits!

Bon appetit mes amis
Bisous Mari/Zizziri

16 giugno 2011

Che giornata!!!...Torta rustica provenzale, evvai!


Cari amici,
Non so esprimervi la mia emozione...

Proprio oggi ho inviato la mia lettera di "Arrivederci" a tutti i miei clienti, collaboratori ed amici, ed una dopo l'altra sto ricevendo le loro mail di auguri...qualcuno addirittura mi scrive che e' triste della mia partenza perche' e' proprio cosi: parto, parto partooooooooooooooo...

Lascio la Costa Azzurra e da domani sera inizia una nuova esperienza, do spazio ad una nuova me, anzi a quella me cui non ho mai dato molta voce. La Marina creativa, quella che vi ritrova qui, che vi scrive e vi racconta di se e della sua passione per la cucina, per i viaggi e se sapete leggere tra le righe tante altre cose, che io pure devo ancora scoprire a me stessa.


La prima tappa sara' l'Italia, torno a farmi coccolare un po' dalla famiglia. 
Due anni passano in fretta ma per certi versi questi 700 km di distanza da Roma si sentono tutti ed ho voglia di tornare alle radici, per poi ripartire ancora...perché a casa mia la valigia e' sempre aperta, lo e' sempre stata sin dall'infanzia e per il futuro chi lo sa ancora ;D


Anche questo post ha una ricetta, facile facile, per le serate estive, per gli aperitivi...


Ingredienti:
Pasta sfoglia 1 confezione, mezza cipolla bianca tagliata a fette, due pomodori rossi e maturi (da sugo ma sodi), una zucchina tagliata a fette nel senso della lunghezza e grigliata senza l'aggiunta di grassi, 2 cucchiai di senape, semi di papavero, sale, pepe e olio evo. 


Preparazione:
Prendete la pasta sfoglia, stendetela sul piano da cucina e "punzecchiatela" con la forchetta.
Stendete la senape sulla pasta lasciando 3cm dal bordo.
Dopodiche' distribuite uniformemente la cipolla, in seguito la zucchina grigliata ed infine i pomodori tagliati a fette e privati del liquido e dei semini.
Salate, pepate, cospargete il tutto con un cucchiaio di semi di papavero sui pomodori ed infine un filo di olio evo.
Ora richiudete un poco i bordi della pasta sfoglia ed infornate a 180 gradi per 30/40 minuti.

La torta rustica va servita a temperatura ambiente e servita con un'insalata delicata del tipo:
valeriana, pachino, pinoli, feta, olive e magari condita con un po' di pesto.

A presto per il seguito delle mie avventure
Un abbraccio forte a tutti voi
Vostra Mari/Zizziri

Condividilo con chi vuoi!